30/08/13

Pomodori della nonna

Questi pomodori li cucinava sempre la mia nonna, quando in estate il sabato sera si faceva la brace e riuniva a casa sua le 4 figlie con le rispettive famiglie, per noi nipoti era una gran festa poter stare tutti insieme, per me e mia sorella la felicità era ancora più accentuata visto che eravamo lì solo per le vacanze estive.
Sentire la gioia e l'allegria della famiglia ritrovata,  la gioia di mia madre che parlava in dialetto con le sorelle, fare le ore piccole cercando di raccontarsi un anno di vita.
Sono i pomodori della memoria, dell'allegria e del calore familiare intorno al fuoco.
Sono presenti sulla mia tavola ogni volta che cucino alla brace, ma li preparo anche in padella e vi presento questa ricetta che è più accessibile a tutti.

Ingredienti per 4 persone:
4 pomodori tondi e rossi
2 spicchi d'aglio
rosmarino
sale olio evo qb

Lavare i pomodori e tagliarli a metà, salare la superfice e disporli in una padella con la parte tagliata verso il basso, accendere il fuoco e far cuocere per 2/3'.
Capovolvere il pomodoro, condirlo con aglio tritato e aghi di rosmarino, irrorare con olio evo e coprire con un coperchio.
Cuocere per altri 5/8' fino a che la polpa risulti morbida, se necessita aggiungere 1/2 cucchiai di acqua durante la cottura.


Con la nuova stagione arrivano anche le nuove iniziative, Linda dopo il successo della prima edizione ripete e ovviamente aderisco con piacere, perchè mi ha dato la possibilità di conoscere tanti blog e farmi conoscere a mia volta.
GrazieLinda e aderite tutti ne vale la pena

19 commenti:

  1. Cara.. le ricette legate al passato sono quelle che più mi rapiscono e mi toccano il cuore. Questi pomodori devono proprio essere speciali e si capisce solo guardandoli. Pulsano d'amore, ne concentrano il sapore. Ti abbraccio, grazie per questa preziosa ricetta e buona giornata!

    RispondiElimina
  2. mi piacciono!! i ricordi legati al cibo sono i più belli perchè coinvolgono i 5 sensi e sono ancora più vivi nella nostra memoria!

    RispondiElimina
  3. Ciao Enrica, che tenerezza i tuoi ricordi, e questi pomodori sono semplici e pieni di gusto, brava come sempre!!!
    Bacioni, buona giornata...

    RispondiElimina
  4. Le nonne sono sempre un fulcro attorno al quale ruotano tante famiglie...e continuano ad essere un legante anche quando non ci sono più. Le nonne sono legate al cibo indissolubilmente perché il cibo è vita e loro la vita. l'hanno donata a tutti noi

    RispondiElimina
  5. Credo che i piatti che fanno riaffiorare ricordi, che ci legano alla nostra infanzia, siano da custodire e proteggere gelosamente. La semplicità di questi pomodori mette in risalto il loro sapore speciale.... di famiglia, di affetto, di gioia. Complimenti Enrica!! Un abbraccio ^_^

    RispondiElimina
  6. Se ve muy rico tomates especiales una herencia familiar adorables me encanta,saludos y abrazos

    RispondiElimina
  7. Semplice e genuina proprio come le none sanno fare (tranne la mia che in cucina è una capra -__-')

    RispondiElimina
  8. le ricette che hanno una storia, che sono sintomi di una vita vissuta e di un ricordo portato con sè sono sempre le mie preferite!

    RispondiElimina
  9. buonissimi questi pomodori e sono semplici da preparare!
    un abbraccio Linda

    RispondiElimina
  10. Questo ricette sono quelle più buone! Accessibili a tutti che sanno di "amore & ricordi"! Un abbraccio :)

    RispondiElimina
  11. Ottimi Enrica, questi me li provo stasera!!
    Grazieee!!

    RispondiElimina
  12. Cara Enrica, io amo tantissimo le ricette legate alla tradizione specie se la fonte sono le nostre nonne:) ritengo che siano preziose, da conservare e tramandare ai posteri in quanto non devono assolutamente perdersi....
    questa ricetta mi piace tantissimo, adatta particolarmente a questo periodo in cui i pomodori sono buonissimi...
    la salvo nel pc e la vorrei provare!!!
    Un bacione e grazie per la ricetta!!!:)
    Rosy

    RispondiElimina
  13. Questi pomodori sono semplici ma sani e saporiti!! Complimenti :) Mi piacciono tanto!
    http://ledeliziedelmulino.blogspot.it/

    RispondiElimina
  14. Questi pomodori sono speciali anche mia nonna li faceva e mia mamma ci prova!!!!! Un abbraccio simona

    RispondiElimina
  15. I tuoi ricordi felice legati a questa ricetta la rendono ancora + speciale..grazie x aver condiviso le tue emozioni..
    la zia Consu

    RispondiElimina
  16. E' meraviglioso come una ricetta riesca a portarti indietro nel tempo !! Credo che in queste ricette ci sia anche un ingrediente che non compare mai nell'elenco degli ingredienti ma si riconosce subito al primo assaggio : l'amore di chi ce l'ha tramandata.

    RispondiElimina
  17. Che bella ricetta!!! grazie per averla condivisa, sono curiosa di assaggiarla, dev'essere un contorno fantastico!!!
    Non ci crederai, il ricordo di una piccola cucina, lumonosa ed assolata, nella quale mia nonna e le mie zie si davano da fare per preparare il pranzo domenicale, tra chiacchiere e risate, mi trasmette ancora una sensazione di serenità e calore, forse era anche quell'armonia a rendere buoni i piatti preparati dalla nonna!!!
    Ciao, a presto ....

    RispondiElimina
  18. Con piacere ricambio la visita! Che carino questo post! Ricetta semplice e sentimenti genuini... baci

    RispondiElimina
  19. Che bontà devono essere questi pomodori.. anche io li associo alla famiglia, quando ero piccola ci trovavamo tutti dalla nonna e facevamo la salsa con i pomodori che arrivavano da San Marzano!
    Mi unisco volentieri ai tuoi follower :)
    Se ti va, passa a farmi visita: http://ilrisottoperfetto.blogspot.it/

    RispondiElimina