17/10/14

Calici di pollo ripieni

Questo piatto è un rifacimento della versione proposta dal personal chef Paolo Dalicandro durante una lezione che vedeva affiancati genitori e figli.
Tremavo all'idea che questi bambini di 8/10 anni potessero disossare una coscia di pollo ed invece sono stati bravissimi davanti ai genitori che guardavano incuriositi.
Nell' era di Masterchef molti bambini ambiscono a diventare chef, ma la vita che li aspetterà è tutt'altro che sotto i riflettori, chi di loro seguirà questa carriera si troverà ad avere soddisfazioni solo dopo anni di dura gavetta e disagi, fatica fisica e orari inesistenti.
Dove sono andati a finire i bambini che vogliono fare l'astronauta o l'esploratore?


Ingredienti per 4 persone:
8 cosce di pollo
2 carote
pangrattato qb
pecorino qb
2 uova
latte qb
sale
uovo, pangrattato pecorino per panatura

Recidete, con un coltellino ben affilato, i nervetti sull'attaccatura finale delle cosce di pollo, avendo cura di non rompere la carne. Rovesciate la carne come se si trattasse di un guanto, sfilare l'ossicino piccolo e lasciate la coscia come se fosse un calice, riempitela del composto così fatto:
Tagliare a julienne le carote, salare aggiungere il pecorino, il pangrattato e le uova la consistenza deve essere abbastanza asciutta perchè in cottura le carote tireranno fuori il loro liquido.
Panare le cosce compattando bene il ripieno e la chiusura in alto del calice cuocere in forno per 40' a 180° circa
  

10 commenti:

  1. Buonissimo questo piatto, per non parlare dei colori della tua foto! Bravissima!

    RispondiElimina
  2. Ormai quei bambini non ci sono +...tutto è tecnologia, apparire piuttosto che essere..spero che rimanga la sensibilità ed il rispetto altrui...
    Ricetta golosa e perfetta, complimenti!

    RispondiElimina
  3. Non ci vedo niente di male se si vuol diventare cuochi: la cucina è bellissima^^
    Quanto alla ricetta... sicuramente buona!!^^

    Moz-

    RispondiElimina
  4. Mi hai dato una gustosissima idea per portare in tavola il pollo, grazie Enrica, sono davvero sfiziose:)
    Bacioni...

    RispondiElimina
  5. @ MikiMoz e lo dici a me che cucinare è meraviglioso... credo solo che in questo momento si stia enfatizzando la figura dello chef non facendo conoscere il dietro le quinte ;)

    RispondiElimina
  6. @ Consu cara ormai ho i figli abbastanza grandi, faccio anche io l'augurio alle nuove generazioni di conservare i veri valori come un tesoro da condividere baci

    RispondiElimina
  7. Interessante idea e presentazione magnifica preso nota di tutto unico problema saprò girare le cosce....ci provo. Buona fine settimana.

    RispondiElimina
  8. Ciao Enrica, grazie mille per questa gustosissima ricetta: trovo sia molto appetitosa, sfiziosissima e assolutamente da provare (spero solo di riuscire a dissossare le cosce...)mi sta venendo l'acquolina, bravissima come sempre:))
    un bacione e buon fine settimana:))
    Rosy

    RispondiElimina
  9. Eh sì, adesso la cucina è uno show business ma non si devono scordare le tradizioni e la vera natura della cucina. Buonissima questa ricetta :-) Un abbraccio!

    RispondiElimina