18/12/13

Panbrioche ripieno di marmellata di more, prugne e zenzero

La colazione è uno di quei pasti a cui proprio non so rinunciare, anzi dedico a questo momento della giornata la calma e il tempo che merita.
Per rendere più piacevole questo momento preparo torte e lievitati, in questo modo invoglio anche i miei figli a sedersi a tavola e mangiare.
Il week end poi si trasforma spesso in un brunch perchè non abbiamo orari ed è possibile che si faccia colazione alle 11 per poi pranzare alle 15 o addirittura saltare il pranzo e cenare alle 18, insomma seguiamo i ritmi naturali dei nostri stomaci/chi (si perchè nel dubbio ho controllato il vocabolario e si può dire in entrambe i modi).
Questo panbrioche ci è piaciuto molto e la marmellata del ripieno è stata un esperimento nato dalla necessità di variare il gusto alla gran quantità di more raccolte in settembre e trasformante in men che non si dica in barattoli che allietano la mia dispensa invernale.
In questo periodo vedo che tutti i blog presentano piatti natalizi e come al solito sono controtendenza, ma quest'anno le feste mi sembrano talmente lontane che arriveranno e non avrò fatto neanche i regali, devo darmi una mossa...esco a fare shopping!!!

 Ingredienti:
400g farina integrale
200g farina 00
250ml latticello
50g burro
3 uova
100g zucchero
25g lievito di birra
Sciogliere il lievito in 3/4 cucchiai di acqua tiepida, aggiungere la farina bianca che necessita formare un panetto morbido e far lievitare per circa 2 ore.
A parte mescolare la farina integrale con il latticello, lo zucchero, le uova e il burro morbido, l'impasto sarà piuttosto morbido, fatelo riposare e poi trascorse le due ore integratelo con l'impasto lievitato, impastare almeno 5' aggiungere la farina bianca tenuta da parte e mettere a lievitare in posto protetto da correnti per altre 2 ore.
Al termine di questo tempo dividere l'impasto in 6 parti, stendere ogni parte con un mattarello in una sfoglia di forma ovale, spalmare di marmellata tutta la superficie, arrotolare su se stesso strettamente per il lato più lungo egirare  a spirale su se stesso lasciando la puntina del rotolo verso l'esterno, disporre in una teglia uno vicino all'altro i 4 rotoli.
Con il 5° pezzo di impasto formare formare 5 palline da 20g l'uno e inserirle negli spazi vuoti tra una spirale e l'altra e una al centro.
 Far lievitare 4/5 ore, per me tutta la notte, cuocere in forno caldo a 170° per 25/30' circa.
A cottura ultimata versare sopra il panbrioche uno sciroppo caldo fatto con 4 cucchiai di zucchero e 3 di acqua fatti un pò restringere sul fuoco.
Lo sciroppo di zucchero oltre a rendere lucido il panbrioche gli conferisce una morbidezza e una dolcezza speciali.

con l'ultimo pezzo di impasto rimasto ho preparato questa pizza dolce ricoperta di zucchero prima di infornare a 150° per 15'


14 commenti:

  1. Che delizia!!
    Brava Enrica, una colazione perfetta!!
    Buon shopping!!

    RispondiElimina
  2. Che bonta'!!! E davvero originale!!

    RispondiElimina
  3. con un panbrioche così si fa una colazione da re!! ciaooo

    RispondiElimina
  4. oh mammina mia che meraviglia ......merita di provarlo .... grazie di cuore ... un abbraccio a tanti auguti a Te efamiglia ... bacioni giusi_g

    RispondiElimina
  5. Ciao Enrica :) buonissimo questo pan brioche! E secondo me lo zenzero gli da quel tocco in più che lo rende unico! Un saluto :)

    RispondiElimina
  6. Una colazione perfetta per le Feste!! :)

    Moz-

    RispondiElimina
  7. Brava Enrica, questo panbrioche è favoloso, ci farei una colazione coi fiocchi, ama anche una golosa merenda!!!
    Bacioni...

    RispondiElimina
  8. Che buono!! lucido e ghiotto,una colazione coi fiocchi!
    Z&C

    RispondiElimina
  9. ok, mi è venuta fame! :D Sembra cneh molto genuino!

    RispondiElimina
  10. Anche per me la colazione è sacra, non la posso proprio saltare, per me è un momento di relax.
    E' bellissimo Enrica, quando l'ho guardato mi sembrava che avesse il locum nella farcita, ma mi sono sbagliata.
    Complimenti!!!

    RispondiElimina
  11. Davvero strepitoso Enrica, complimenti!
    la zia Consu

    RispondiElimina
  12. Sai Enrica , anch'io sono come te. Non ho mai saltato la colazione e anche quando per lavoro mi devo alzare alle 5.15 , mi prendo il tempo per fare la mia colazione . E anche la domenica , mi comporto come te , magari faccio colazione alle 10 per poi pranzare alle 14 . E questa tua meraviglia mi invoglia tantissimo a provarla !!!! Una vera colazione da regina !!!! Un bacione

    RispondiElimina
  13. ma quanto bello ti è venuto questo pan brioche?! Uno spettacolo!!!!!!!!!
    Che voglia di assaggiarne una fetta......

    RispondiElimina