11/11/13

Panini assortiti

Vi riporto integralmente il post di Roberta Ragni riguardo una ricerca inglese:

Fare il pane? È meglio del Prozac per combattere la depressione
Ne è convinto John Whaite, il vincitore della Great British Bake Off 2012 a sua volta colpito da una depressione paralizzante, che è diventato ambasciatore per la Real Bread Campaign.
L'associazione inglese ha da poco pubblicato un report proprio sui benefici terapeutici e sociali che la panificazione offre alle persone in difficoltà. 
Il documento include i risultati di un nuovo sondaggio, le testimonianze di persone che hanno beneficiato della produzione del pane nei loro problemi di salute mentale, o semplicemente nei momenti difficili, e gli esempi di aziende che hanno dato loro la possibilità di cimentarsi nella cottura del pane vero per aiutarli.
Sono molti, infatti, i panifici che in tutto il paese stanno sostenendo tutta una serie di sfide
sociali, proprio attraverso il pane.
Comprendono il Better Health Bakery di Haggerston, est di Londra, che offre tirocini di formazione per adulti con problemi di salute mentale, Aberdeen's the bread maker , un'impresa sociale offre tirocini lavorativi ad adulti con difficoltà di apprendimento, e la Dough Devils, una cooperativa gestita da un gruppo di ex-detenuti.
Paul Youd, a Taunton, Somerset, gestisce, invece, sessioni di panificazione per i genitori e bambini ospitati da case di accoglienza per senzatetto e per chi soffre di abusi domestici e scrive la sua esperienza nel blog No Bread Is an Island. 
Persino all'Ospedale Yeatman, a Sherborne, Dorset, il team medico di salute mentale gestisce un gruppo di cottura terapeutica per i suoi pazienti con demenza senile. 
Il bello del pane è anche questo.  
Che aspettate a mettere le mani in pasta?
 
Io l'ho fatto e voi???

Ingredienti:
Lievitino
200g di farina 0
25g di lievito di birra
90ml di acqua
Impasto
400g di farina 0
300ml di latticello
1 uovo
un pizzico di sale
noci
bacche goji
Preparare il lievitino sciogliendo il lievito in acqua tiepida e aggiungendo la farina. Far lievitare 1 ora in una ciotola coperta in luogo protetto.
Nel frattempo impastare tutti gli altri ingredienti , far riposare 1ora
Trascorsa questo tempo unire i due impasti e manipolare per 15/20' circa, l'impasto risulterà morbido ma non si attaccherà alle mani, se volete comunque potete aggiungere un pò di farina.
far lievitare ancora 1/2 ore, a parte tritare le noci e ammollare le bacche di goji.
Dividere l'impasto in tre parti
Panini alle noci: prendere una parte dell'impasto e aggiungere le noci impastare e formare dei bocconcini da 50g ognuno mettere a lievitare su teglia ricoperta di carta forno
Spirali di goji: impastare le bacche al secondo impasto delicatamente altrimenti si romperanno formare dei "serpentelli" tipo quando si fanno gli gnocchi e arriotolarli su se stessi formando delle girelle mettere a lievitare su teglia ricoperta di carta forno
Panini allungati: dividere il terzo impasto in8/10 palline dalle quali con il mattarello si ricaveranno delle forme ovali che poi si arrotoleranno su se stesse mettere a lievitare su teglia ricoperta di carta forno.
aspettare circa 1 ora fino a che abbiano raddoppiato il volume e cuocere in forno caldo a 200° per 15' circa.

24 commenti:

  1. che buono il tuo pane!!! allungherei la mano per prenderlo immagino il profumo ....
    c'è solo una controindicazione nel prepararlo poi se ne mangia troppo
    un parino tira l'altro ...
    bacioni
    giusi_g

    RispondiElimina
  2. Bellissimi Enrica...non aprei quale mi piace di più!!
    Un bacione!!

    RispondiElimina
  3. Direi che ti sono riusciti meravigliosamente.....e chissà quanto sono buoni!
    Buona giornata

    RispondiElimina
  4. faccio il pane quasi tutti i giorni, è un misto di relax e soddisfazione incredibile, hai ragione! soprattutto quando poi il risultato è un cesto così

    RispondiElimina
  5. E' vero, fare il pane è terapeutico!!! Splendidi i tuoi panini, vista l'ora viene voglia di allungare la mano :)
    Buona settimana!!!!

    RispondiElimina
  6. Ma quante belle forme per i tuoi panini!!!!! Io adoro fare il pane.. e da quando uso lievito madre.. amo farlo ancora di più!!! baci e buon lunedì ;-)

    RispondiElimina
  7. Ciao Enrica, è vero, fare il pane o comunque impastare in generale è terapeutico, e devo dire che tu sei bravissima in questo, i tuoi panini sono favolosi, bellissime le forme!!!
    Bacioni, buon pomeriggio...

    RispondiElimina
  8. I panini alle noci li adoro, magari con questa tua ricetta proverò a farli;) bacio

    RispondiElimina
  9. Mio nonno è (stato) panettiere... d'estate mi svegliavo sempre col caldo odore di pane appena sfornato... Forse per questo non sono depresso XD

    Moz-

    RispondiElimina
  10. È da molto tempo che voglio provare a fare il pane in casa... la dico sempre ma non mi decido mai! Mi ispirano molto i tuoi panini alla noci, magari potrei iniziare con quelli, credo siano ottimi anche vuoti!
    un bacione e a presto!
    Giusy

    RispondiElimina
  11. io adoro panificare! mettere le mani in pasta è una di quelle cose che mi rilassa e migliora la giornata!
    mi piacciono molto le tue 3 varianti!
    Ah preparare la sacher non è affatto complesso, ci vuole solo un po' di pazienza ad aspettare i tempi di riposo!
    un abbraccio Linda

    RispondiElimina
  12. Tutti da gustare i tuoi panini.. immagino la fragranza che sprigionavano appena cotti.. irresistibili! Un abbraccio

    RispondiElimina
  13. posso passare da te a prendere una bella cesta di pane per stasera per cena?
    complimenti davvero
    lia

    RispondiElimina
  14. Io l'ho sempre sostenuto che impastare e panificare sia un ottimo rimedio x corpo e spirito...non potrei essere + d'accordo ^_*
    Vedo che ti 6 data da fare...brava, non mi stancherò mai di sentire il profumo di pane!
    Un bacio
    la zia Consu

    RispondiElimina
  15. Ciao ricambio la visita con piacere, e anch'io mi sono unita ai tuoi.
    Questi panini sono bellissimi e ti copierò anche l'idea delle forme
    A presto

    RispondiElimina
  16. superbe sandwich gourmand
    bonne soirée

    RispondiElimina
  17. bellissimi e con forme davvero speciali...bravissima!

    RispondiElimina
  18. Sono daccordo, panificare fa bene, già il contatto fisico con l'impasto fa sentire bene .... poi la soddisfazione di creare qualcosa di unico e insostituibile .... il pane .... una sensazione meravigliosa :-)
    Bellissimi i tuoi panini!!! forme perfette!!! mi piacciono molto le spirali al goji, complimenti!!!
    Ciao, a presto ...

    RispondiElimina
  19. Accidenti come l'hai fatto bene questo pane!!!
    Chissà se la terapia funziona anche per il raffreddore??? Visto che sto così male potrei provare!!! ahahahahaha, a parte gli scherzi io concordo con la ricerca...a me rilassa oltremisura fare il pane e il profumo che invade la casa è davvero terapeutico! Un bacione|

    RispondiElimina
  20. io nei momenti di tristezza faccio biscotti ma il tuo cesto di pane tira su il morale solo vederlo!!!!
    a presto Nahomi

    RispondiElimina
  21. ecco allora è arrivato il momento di aprire una panetteria, mi servirebbe proprio!
    anch'io ho sfornato pane oggi!
    tra questi che hai fatto tu i miei preferiti sono quelli alle noci!!!
    ciao
    Sara

    RispondiElimina
  22. Il risultato è come al solito favoloso...ma questa storia della panificazione che aiuta la psiche non la sapevo! È un po' che non metto le mani in pasta...oggi mi ci butto a capofitto guarda, ché sto passando un periodo da ricovero coatto in una clinica psichiatrica!!

    RispondiElimina
  23. Enrica questa paneterapia non la sapevo ma non mi stupisco affatto perché credo che non ci sia niente di più piacevole che fare il pane con regolarità perché rilassa tantissimo oltre che da grande soddisfazione! E se questo ci fa guarire un po' tutti ben venga.....
    I tuoi panini sono stupendi soprattuto quelli con il Goji!!!

    RispondiElimina
  24. L'ho sempre detto anch'io, l'ho sempre detto anch'io :-D!!!! E io di terapie me ne intendo, modestamente ;-). Come mi rilassa impastare...niente altro! Un bacio, cara Enrica!!

    RispondiElimina