11/06/13

Pizza alta digeribilità

Buongiorno a tutte, questo weekend tutta la famiglia l'ha trascorso sui campi di  basket.
Sabato, mio figlio è stato convocato a disputare la finale per il titolo regionale con la squadra dei ragazzi di 2 anni più grandi, è stato un vortice di emozioni sia per l'importanza della gara sia perchè è solo due anni che gioca e quindi manca un pò di esperienza, ma ha fatto la sua bella figura in campo e hanno vinto la finale, con un punto segnato all'ultimo secondo di gioco, la palestra ha esultato è stato un trionfo.
Domenica invece siamo stati al mare perchè aveva un quadrangolare con la sua squadra a sostegno dell' A.I.D.O questa associazione si occupa di donazione degli organi.
Ognuno di noi avrà sicuramente un opinione in merito, ma coinvolgere dei ragazzi è stata una bella iniziativa.
Vi riporto il pensierio di A. Camilleri noto e apprezzato scrittore a proposito di questo argomento:
"Il fatto che un corpo senza vita possa ancora a servire a dare vita, io lo trovo una delle più appaganti conquiste dell'uomo.
Deve essere una scelta volontaria , presa in piena autonomia, fatta da noi quando siamo in grado di decidere o da qualcun altro in nostra vece quando non lo siamo più.
Mi pare ovvio, naturale, nell'ordine delle cose naturali.
Per chi ha l'ispirazione all'immortalità, poi, può essere perfino una cosa meravigliosa...
Dare agli altri cuore, sapere che può battere, che può continuare a battere nel petto di un altro è una conquista della scienza ma è sopratutto una grande prova di umanità, un fatto di civiltà."

Questo per dirvi che lo sport, è anche civiltà.

Ingredienti:
1 kg di Farina 0 Molino dei F.lli Chiavazza
600ml acqua
2g lievito di birra
30g olio evo
20g di sale
Condimento:
Passata rustica di pomodoro
Provola affumicata tagliata a fette
Patè di olive
Bomba Calabrese (una salsa piccante a base di peperoncino)
  • Sciogliere il lievito in 100ml di acqua a temperatura ambiente e impastare con 200g di farina, senza maneggiarla troppo. Coprire l'impasto con un panno umido e lasciare lievitare 12/14 ore a circa 18°
  • Trascorse 12 ore immergere l'impasto lievitato in 500ml di acqua e lasciare ammorbidire per qualche minuto, aggiungere 800g di farina, l'olio il sale e impastare bene fino ad ottenere un impasto liscio e dalla consistenza elastica che non si attacca alle mani.
  • Coprire nuovamente e far lievitare in luogo tiepido per 4/5 ore
  • Terminata questa operazione si può utilizzare l'impasto o sgonfiarlo e farlo lievitare nuovamente.
  • Se i tempi di lievitazione risultano incompatibili con i vostri si possono rallentare mettendo l'impasto in frigorifero.
  • Stendere la pizza adagiarla sulla placca da forno ricoperta di carta oleata e cospargerla di pomodoro, metterla in forno già caldo a 200° per 15' poi condirla con provola (mettere le fettine leggermente sovrapposte l'una all'altra), spalmare qualche cucchiaino di bomba alternata al patè di olive e lasciate in forno altri 5'.

La  pizza è pronta per essere gustata.
Questa è quella preferita da mio figlio che a volte chiamo "messicano" per quanto ama il piccante, ma voi potete adattarla ai vostri gusti, l'importante è l'impasto che invece sentirete leggerissimo e il vostro stomaco ringrazierà :)

20 commenti:

  1. ..la nostra squadra invece non ce l'ha fatta..ai play off sono arrivati 3° quindi niente promozione..sigh! Vabbè ci proviamo il prox anno!
    Condivido al 100% il tuo pensiero ed è stata veramente una bella iniziativa quella di coinvolgere lo sport e i giovani per sensibilizzarli all'argomento!
    la zia consu
    ps: la tua pizza deve essere una favola...brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Consu, peccato sarà per il prossimo anno ;)

      Elimina
  2. Bella questa idea della lunga lievitazione per utilizzare poco lievito. Anche io faccio lievitare molto la pasta della pizza, ma sono sempre alla ricerca di impasti alternativi, per provare! :)
    Il condimento piccante poi deve essere favoloso...
    Complimenti per la bella e gustosissima ricetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie, la pizza con poco lievito è veramente leggerissima ;)

      Elimina
  3. Mi hanno detto in molti di questo tipo di lievitazione, io sono curiosissima magari un fine settimama mi ci metto e seguo pedissequamente la tua procedura!!
    Grazie e a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Silvia, l'unico inconveniente è che devi programmarla, ma mangiandola sentirai la differenza

      Elimina
  4. io cerco di prendere solo impasto integrale perché per me la pizza è killer!

    RispondiElimina
  5. Ciao Enrica, anch'io preferisco non eccedere con il lievito di birra, per la pizza ad esempio ne utilizzo poco e prolungo i tempi di lievitazione...in quanto odio avvertire il sapore del lievito!!!
    Complimenti inoltre per la tua pizza, ha veramente un bellissimo aspetto, e, considerati gli ingredienti con cui l'hai condita, dev'essere sicuramente buonissima!!!
    Un bacione!!!
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il condimento è uno degli ultimi arrivati in casa e ha avuto successo ;)

      Elimina
  6. Che fame Enrica!!! Fantastica questa pizza :) complimenti!!

    RispondiElimina
  7. oddio Enrica la bomba calabrese mi manca!!!! e x me che amo il piccante non oso immaginare quanto mi piacerebbe! la pizza con poch
    issimo lievito e lunga lievitazione è davvero eccezionale!!!
    Complimenti per il tuo bimbo che ha vinto la finale! bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il mio bimbo è un gigante di 15 anni e comunque è stato molto emozionante per lui partecipare a questa finale. buona serata

      Elimina
  8. Complimenti al tuo campione ed alla tua pizza davvero invitante!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie _Mila, la pizza è stata il giusto premio per il Campione baci

      Elimina
  9. Ciao Enrica! Che bravo il tuo Campione e che buona la tua pizza!! Conosco la "bomba calabrese" anche a me piace il piccante, senza esagerare! Un abbraccio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Anita, grazie il piccante noi lo usiamo spesso ma a piccole dosi giusto per dare quel saporino in più alle pietanze a presto

      Elimina
  10. Complimenti per tuo figlio e la sua squadra per la vittoria, ma sopratutto per la bellissima iniziativa. Io ammiri tantissimo quelle persone che nella disperazione per aver perso un loro caro, riescono a trovare la forza per regalare un sorriso ed una speranza a chi ha grossi problemi di salute.

    Ottima la tua pizza, io ho problemi con il lievito e sicuramente la tua ricetta fa al caso mio.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Giovanna, sono d'accordo con te ci vuole tanta forza e senso civico

      Elimina