11/04/13

Praline ripiene di fragole e pepe rosa

Ciao, il blog dell'Arabafelice  è un blog dove quasi tutte noi di tanto in tanto passiamo per vedere cosa propone e per leggere come si vive così lontano in una cultura completamente diversa dalla nostra e dove la donna...beh li non è proprio molto presa in considerazione.
A parte questo un mese fa circa ho visto una ricetta che mi ha molto ispirato per l'incastro di sapori e ho voluto ripeterla (ovviamente con i miei cambiamenti) è più forte di me non riesco a copiare una ricetta.
Ho portato queste "praline" alle mie amiche del corso di Yoga e sono andate in estasi, tanto che Barbara le ha chiamate "Alchimia d'Amore" , la mia insegnante che adora i gatti ha iniziato a fare le fusa e le ha trovate "accattivanti e sensuali" e le altre...hanno espresso poco a parole ma hanno preso il bis e tris



Ingredienti per circa 30 praline
 200 g di fragole
75 g di zucchero brown sugar o di canna
100 g di panna liquida fresca
450g di cioccolato bianco
10g di pepe rosa, pestato
per la copertura
300 g di cioccolato bianco
15 g di pepe rosa, pestato grossolanamente

Lavare molto bene le fragole (in acqua e argilla verde che attira tutte le impurità) tagliarle a tocchetti  e metterle in un pentolino insieme allo zucchero.
Cuocere a fuoco basso per 3/4'finchè saranno ridotte ad una purea, aggiungere la panna e il pepe rosa pestato, far sobollire per un 2' e spegnere il fuoco.
Versare il contenuto in una ciotola dove era precedentemente spezzettato il cioccolato bianco, girare con una spatola fino a che si sarà sciolto, poi far raffreddare per 1 notte in frigorifero.
Il giorno dopo formare delle palline tra le mani velocemente
Spolverizzare le mani con amido di mais per facilitare l'operazione, ma siate delicati!
Mettere le palline in freezer per 1 ora circa.
Mettere due terzi del cioccolato per la copertura in un pentolino e porre quest'ultimo sul fuoco a   bagnomaria.
Appena il cioccolato è sciolto allontanarlo dal calore e mescolando vigorosamente aggiungere il restante terzo. Mescolare finchè tutto il cioccolato sarà sciolto e rimettere il pentolino a bagnomaria per un altro paio di minuti.
Si possono ricoprire le praline, l'operazione non è semplicissima, ma io ho inserito uno stuzzicadente in una pallina e l'ho immersa velocemente nel cioccolato fuso ho polverizzato con pepe rosa schiacciato al mortaio, poi l'ho messa ad asciugare su carta forno e in una scatola di latta in frigorifero dove si sono conservati ottimamente anche per 10 giorni.

20 commenti:

  1. io adoro il suo blog, perchè mi fa viaggiare con la mente...e questa ricetta ne è una prova...fantastica!! complimenti ad entrambe :)

    RispondiElimina
  2. une jolie recette bien délicieuse ces pralines fourrées sont à croquer bravo
    bonne journée

    RispondiElimina
  3. Leggo spesso l'uso del pepe rosa nelle ricette dei dolci, mi sa che dovrò provarlo anche io!
    Sono dei dolcetti molto affascinanti i tuoi Enrica.
    Vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si vale, danno un sapore particolare ma gradevole :)

      Elimina
  4. Enrica che golose :-P anch'io avrei chiesto il bis e il tris ^.^
    A presto :-*
    la zia Consu

    RispondiElimina
  5. Che buoni, li vogliooooo anch'io....bello questo corso di yoga :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. siiii è un corso di yoga altamente "godurioso" ;)

      Elimina
  6. complimenti, devono essere proprio speciali...la Stefy è bravissima e tu hai saputo renderle onore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Ale, spero di essere stata all'altezza almeno con il gusto, perchè per le foto non ci sono paragoni ;)

      Elimina
  7. Ciao caraaaa ma che carino il tuo blog!!!!
    nuova lettrice!passa da me,ti aspetto...

    http://assaggi-incucina.blogspot.it/

    RispondiElimina
  8. *-* che meraviglia deliziosissima!!! Complimentissimi!!

    RispondiElimina
  9. Che goduria!!! Il cioccolato bianco è la mia passione!! Tutto stà a trovarlo di qualità perchè altrimenti il sapore rischia di essere Labello ;)

    RispondiElimina
  10. enrica sono una meraviglia e chissà che saporino!

    RispondiElimina